Le grotte marine di Vieste si estendono su tutto il litorale garganico tra Peschici, Vieste e Mattinata.

E’ proprio da Vieste che partono le escursioni in barca per la visita alle numerose grotte, opere d’arte architettonica costruite direttamente dalla natura, affacciate sul mare cristallino.

I pescatori della zona hanno battezzato queste grotte marine di Vieste con i nomi più curiosi, per citarne alcuni: grotta Sfondata, Campana, dei Contrabbandieri, la grotta dei Due Occhi, dei Colombi, dei Pipistrelli, la grotta Calda o delle Viole, della Tavolozza, delle Sirene, quella dei Sogni e del Faraone, la grotta Smeralda, dei Marmi e del Serpente.

I nomi vengono da legende dei paesi costieri o dalle caratteristiche di queste cavità.

Esempio la Grotta dei Contrabbandieri prende questo nome per una vicenda in cui si narra che un giorno all’imbrunire, dei contrabbandieri rincorsi dalla Guardia di Finanza, avessero cercato rifugio dentro questa grotta dai due ingressi, l’uno opposto all’altro. Pare che i finanzieri non fossero a conoscenza di questo e i contrabbandieri fuggirono dall’altro ingresso, protetti dall’oscurità.

Altra incantevole grotta è la Piccola Grotta Campana, chiamata così perché all’interno sembra di trovarsi dentro alle maestose campane delle Chiese. La Grotta Sfondata, detta così perché è letteralmente priva di una copertura superiore, e i raggi del sole passano all’interno.

La Grotta Due Occhi, chiamata così in quanto nella sua parte superiore compaiono due grossi fori nella roccia, che sembrano due occhi appunto.La Grotta Due Stanze, in cui due grotte comunicano grazie a due aperture nelle rocce. La Grotta Tavolozza con le armonie cromatiche al suo interno che sembrano creare un’opera d’arte.